Caricamento Eventi

MARTEDì 14 GIUGNO UNA GIORNATA TRA LE MERAVIGLIE AFFACCIATE SUL GOLFO

 

PROGRAMMA

Ore 8.30 partenza con pullman GT da Milano, Parcheggio di Famagosta

Arrivo a Santa Margherita (Covo di Nord-Est) e passeggiata di 1,100 km fino a LA CERVARA

Ingresso e visita guidata in fascia esclusiva (giardini e interni).

I primi abitanti del luogo furono pochi monaci benedettini che nel 1361 vi fondarono un monastero dedicato a San Girolamo. Quello che un tempo fu l’orto dei monaci, è oggi il solo Giardino all’Italiana in Liguria che si affaccia sul mare.
Le siepi di bosso (Buxus Sempervirens L.), abilmente potate a formare disegni geometrici, secondo i migliori canoni dell’arte topiaria, circondano la fontana in marmo del XVII secolo raffigurante un putto. Le piante addossate ai muri o disposte lungo le bordure sono parte integrante del disegno del Giardino Monumentale, come pure le vigne degli antichi pergolati.
Nelle aiuole, una quantità di specie floreali, diverse per garantire la fioritura in tutti i mesi dell’anno, si alterna a piante dal fogliame colorato. Tra le specie, le coloratissime strelitzie, le piante di agrumi, l’esotica buganvillea, la singolare eritrina (Erythrina Crista-galli) e ancora, alberi di pino, un secolare albero del pepe rosa e i rarissimi capperi rosa (Capparis Spinosa L.).
La silenziosa corte ombreggiata dal glicine plurisecolare (Wisteria Sinesis L.) e il pergolato del giardino superiore, i cui pilastri sono ricoperti da rincospermo, o falso gelsomino (Rhynchospermum jasminoides L.), regalano suggestive e profumate – seppur effimere – fioriture.

Al termine, trasferimento a Santa Margherita per il pranzo libero.

Nel pomeriggio, visita guidata a VILLA DURAZZO

Sulla collina che domina S. Margherita Ligure, il parco circonda la dimora costruita nel Seicento dai marchesi Durazzo e gode di un’ampia vista sul Golfo del Tigullio. Il piccolo agrumeto, sul terrazzamento antistante il mare, è il nucleo più antico; la sua creazione si deve alla famiglia Durazzo che mise a dimora aranci, limoni, pompelmi per dare vita a quinte di verde per chi saliva dal mare.
Il tracciato del giardino all’italiana fu sviluppato dalla famiglia Centurione, che subentrò ai Durazzo nel XIX secolo. L’allestimento è caratterizzato da siepi di bosso abbellite da numerose Cicadacee, fra cui rari esemplari maschili di Cycas revoluta e un prezioso Encephalartos. Il percorso è delimitato ai lati da un piccolo roseto dedicato all’attrice Virna Lisi e da diverse varietà di camelie ottocentesche fra cui le famose Lavinia Maggi e Albino Botti.
L’assetto definitivo del bosco romantico all’inglese, lungo il pendio della collina, si deve al terzo proprietario Alfredo Chierichetti. Qui lecci, cipressi, canfore, tigli e pini si mescolano a palme di ogni genere, fra cui Phonix canariensis, Washingtonia filifera, Jubea chilensis, in una suggestiva commistione di flora esotica e mediterranea. Il parco è arricchito da statue, fontane, fioriere e viottoli che conducono fino alla terrazza antistante la villa. Qui domina lo splendido acciottolato nello stile del risseu, la tipica pavimentazione ligure di pietre bianche e nere. Da non perdere il Giardino Segreto dei Principi Centurione: nel XIX secolo costituiva il rifugio segreto degli amanti e conserva l’atmosfera romantica dell’epoca.
La villa contiene un’importante quadreria di scuola genovese, mobili d’epoca, lampadari di Murano e pavimenti in graniglia.

Ore 17.15 circa partenza per Milano con arrivo in serata (Famagosta).

 

Quota di partecipazione: Euro 80 (viaggio, ingressi, visite guidate, sistema di microfonaggio per ascoltare le spiegazioni, assicurazione)

 

INVIARE UNA MAIL A sarah@akropolismilano.com con oggetto “SANTA MARGHERITA”, indicando nome e cognome di tutti i partecipanti + numero di telefono

OPPURE MANDARE UN WHATSAPP AL NUMERO 392 4019064

Condividi questo Evento!